Guiding Light The Series – S01E12 – Il giorno del matrimonio – The wedding day

NEGLI EPISODI PRECEDENTI (Guarda il video)

Il sole sorge su Springfield. Oggi è il giorno del tanto atteso matrimonio di Frank e Blake. FRANK si sveglia nella sua camera alla fattoria Jessup. Sceso in cucina, trova ad aspettarlo BUZZ, JASON e SHAYNE che gli hanno preparato un’abbondante colazione. Lo smoking è pronto, e ci sono anche le fedi. Dalla porta entrano LILLIAN e MARINA che hanno saggiamente deciso di tenere d’occhio i maschietti. Nel frattempo, sono arrivati i messaggi di auguri di Harley e Lucy, ma anche uno da parte di Olivia, Natalia e Francesca (la figlia che Frank ha avuto da Natalia e che oggi ha tredici anni). Tutti si preparano per la cerimonia. Frank prova una sensazione di gioia aggiustando la camicia del suo smoking e immaginando il momento in cui potrà finalmente stringere tra le sue braccia l’amata Blake.

BLAKE ha passato la sua ultima notte da nubile a casa Bauer. La cucina è in gran fermento: ci sono ED, HOLLY, MEG, CLARISSA, RICK e MINDY. Tutti chiedono a Blake come sta, e lei risponde di essere serena e tranquilla. Nell’ora successiva l’ansia sale, le persone attorno a Blake continuano a correre affaccendate, mentre Blake rimane nel suo mondo da fiaba. Holly, Meg e Clarissa la aiutano a vestirsi e a indossare le scarpe. Ed eccola pronta, una bellissima sposa! Il tempo è volato, ed è quasi ora di andare alla fattoria, dove si terrà la cerimonia.

La Lewis Costruzioni sta iniziando a montare le impalcature al faro. Finalmente possono iniziare i lavori di ristrutturazione. MATT controlla che tutto proceda nella norma, ma è deluso perché si aspettava di vedere Bill, in veste di sindaco, a inaugurare i lavori. 

Nella serra di Wingrave Manor, TORY si rende conto che CARRIE non ricorda cosa sia accaduto ieri sera, e non sa di aver liberato Michelle. Tory non è preoccupata per Bill e Michelle perché sa che non hanno alcuna via di fuga. Scalare il dirupo, senza l’ausilio della scaletta che si è premurata di togliere, è impossibile. Bill e Michelle non hanno scampo.

BILL giace in fondo al dirupo di Wingrave Manor. Non riesce a muoversi: ha il braccio slogato, ed è gravemente ferito da un ramo conficcato alla coscia. MICHELLE non può estrarre il ramo, perché teme che possa aver lesionato l’arteria femorale. Rimuoverlo potrebbe causare morte per dissanguamento in poche ore. Bill ha comunque già perso molto sangue, e Michelle gli ha sfilato la cintura per usarla come laccio emostatico. La donna parla al suo migliore amico, cercando di tenerlo sveglio. Gli garantisce che se ne andranno da qui. Michelle si alza e prova ad arrampicarsi, ma non ci riesce. La roccia è scivolosa e non ci sono appigli. Intanto Bill alterna momenti di delirio ad altri di lucidità. L’uomo ricorda tutti gli errori che ha commesso in passato: rammenta di essersi opposto al divorzio dei suoi genitori quando era piccolo causando un’infinità di problemi, ricorda di aver rubato l’auto del nonno Henry, di aver aggredito un compagno di scuola, e di aver investito un cervo. Ripensa a quando ha messo a soqquadro la stanza in cui s’incontravano Matt e Vanessa, facendo cadere per terra una lampada a cherosene, che ha innescato il devastante incendio nella Quinta Strada. Gli vengono in mente tutte le volte in cui ha fatto soffrire gli altri, specialmente i suoi familiari. Michelle lo supplica di non rivangare gli errori del passato, e gli assicura che tutti quelli che lo conoscono lo amano. Bill teme che non rivedrà mai più Lizzie e soprattutto la loro bambina, Grace, e fa promettere a Michelle di esserle amica un giorno, e di chiedere scusa ad amici e parenti a nome suo. Michelle afferma che Bill non ha nulla di cui farsi perdonare, è la sua roccia da sempre. La donna scoppia a piangere. Teme seriamente che Bill stia morendo, e grida aiuto, ma nessuno la sente.

Al fienile della fattoria Jessup, addobbato per l’occasione con romantiche composizioni floreali, arrivano i primi invitati. CYRUS, il figlio di Jenna Bradshaw, che ha mantenuto legami con la famiglia Cooper, non può fare a meno di notare l’emozione di Buzz, e lo incoraggia. I due scherzano su Frank.

KEVIN saluta MEL BOUDREAU che officerà la cerimonia. Nonostante l’imbarazzo, Mel si complimenta con Kevin per la vittoria in tribunale, e ammette che Leah ha scelto la facoltà di legge grazie a lui che l’ha ispirata. Kevin chiede notizie della ragazza, e Mel lo informa di aver accompagnato Leah in aeroporto un paio di ore fa. Poco dopo, Kevin riceve un messaggio da Leah che gli comunica di essere atterrata a New York, e le invia un selfie divertente di lui con Mel sullo sfondo. 

Mentre Matt e AMANDA si guardano senza rivolgersi la parola, VANESSA confessa a BILLY di essere preoccupata perché Bill non le risponde da ieri.

Dalle aperture del fienile entra una luce viva. Tutti sono in attesa degli sposi, che finalmente arrivano e sono accolti da una forte emozione generale. Ci sono proprio tutti, e sono tutti felici per Frank e Blake. 

Gli invitati si accomodano. Dal lato dello sposo ci sono: Buzz e Lillian; in seconda fila Shayne e il piccolo HENRY, pronti a fare spazio a Marina; dietro di loro Billy e Vanessa; per ultimi, Matt e Cyrus. Sul lato della sposa siedono Holly e Meg; Kevin, Jason e Clarissa; dietro di loro Rick e Mindy che hanno conservato un posto a BETH che è appena arrivata; infine Amanda, FLETCHER e INDIA.

Marina accompagna Frank a braccetto. Il testimone dello sposo è suo padre Buzz.

Blake varca la soglia del fienile. Tutti si emozionano al suo ingresso. La donna percorre il tappeto bianco con un felice e orgoglioso Ed al suo fianco. Blake è raggiante, vede i parenti e gli amici sorridenti e contenti attorno a lei, e soprattutto vede Frank con un’espressione di dolce emozione che mai gli aveva visto sul viso. Ogni passo mosso da Blake è un battito di cuore più forte. Blake stringe il bouquet tra le mani e si avvia verso il suo compagno, l’uomo che è stato al suo fianco per tredici anni. Nella sua mente Blake si ripete che Ross è stato il grande amore della sua gioventù, l’anima gemella dei suoi impetuosi trent’anni, ma Frank è il compagno della sua maturità, è il suo migliore amico, l’uomo davvero giusto per lei. 

Holly è emozionatissima. Blake vede la madre in prima fila, e raggiunge Frank che la guarda, annuisce, e le dice: “Sei meravigliosa!”.

Perfino India si commuove. Amanda la guarda storto, e India prontamente giustifica le sue lacrime con la bruttezza dell’abito di Blake, talmente sgraziato da spezzarle il cuore. Quella donna, giudica India, non ha né stile né classe. India è sicura di essersi cavata d’impaccio e di non essere sembrata troppo sensibile agli occhi di Amanda, ma Fletcher di nascosto le porge un fazzoletto.

Mel dà finalmente inizio alla cerimonia. Sono attimi ricchi di emozione: qualche risata, qualche lacrima, e sguardi di complicità tra Frank e Blake. Sempre mano nella mano.

Nel frattempo, PHILLIP arriva di fronte al cancello di Wingrave Manor: è l’indirizzo che gli ha scritto Adrian. L’uomo non vede Ross da anni e non sa come potrebbe reagire a una sua visita, perciò decide di essere cauto e di osservare la casa dall’esterno. Prima di superare il cancello, scrive un messaggio a Beth: “Ross è ancora vivo! Elliot e Ross sono la stessa persona”, e allega la foto di Ross con Adrian Coriander. Improvvisamente, Phillip sente le urla di Michelle, e si avvia di corsa verso il dirupo. Qui trova la donna, sollevata di vedere un viso amico. Phillip le dice di stare tranquilla e le promette che la tirerà fuori da lì, ma arriva Tory che lo colpisce alle spalle. Michelle lancia un urlo straziante.

Mel si rivolge a tutti i presenti, dicendo che sono qui riuniti oggi per testimoniare l’unione di due vite. La donna chiede formalmente chi accompagni la sposa. Ed afferma di essere il suo patrigno Ed Bauer. Mel dichiara che le due persone davanti a lei hanno scelto questo momento e questo luogo speciale per unirsi in matrimonio. La decisione di sposarsi non è stata presa con leggerezza, ma con convinzione e rispetto per l’altro e per se stessi. L’officiante invita amici e parenti a celebrare l’impegno che si stanno assumendo Frank Achilles Cooper Jr e Christina Blake Thorpe. Il cuore del matrimonio è accettare una persona nella sua interezza, nel cuore, nel corpo e nella mente. Gli invitati sorridono. Qualcuno sospira, qualcun altro è commosso. Frank e Blake sentono, dietro di loro, i loro ospiti emozionarsi. 

Mel continua, sostenendo che Frank e Blake saranno uniti nella reciproca gioia, nell’aiuto e nel conforto che l’uno darà all’altra, nella prosperità e nell’avversità, nei momenti belli come in quelli brutti, nei momenti tristi come in quelli felici. L’essenza del matrimonio è l’amore, e l’amore è una delle esperienze più alte che noi come esseri umani possiamo condividere. L’amore aggiunge significato alle nostre vite. Una delle azioni più grandi che possiamo compiere è amare un altro essere umano come marito e moglie si amano. Il matrimonio simboleggia la condivisione di due vite. Mel dice che la cerimonia di oggi rappresenta l’inizio di una vita fatta di meravigliose esperienze da condividere per Frank e Blake come marito e moglie. 

Nello stesso momento, Beth riceve il messaggio di Phillip e resta scioccata. Mindy, seduta accanto a lei, nota il turbamento della sua migliore amica e le chiede che cosa le prenda. Beth è combattuta, non dice nulla a Mindy e non sa cosa fare.

Mel afferma che Frank e Blake hanno invitato tutti loro a partecipare a questa celebrazione, con la quale vogliono affermare il loro amore davanti a tutti, e promettersi fedeltà l’uno all’altra. “Perciò” ordina Mel “Se c’è qualcuno tra i presenti che può addurre un valido motivo, per cui queste due persone non possano sposarsi legalmente, lo invito a parlare adesso. Parli ora oppure taccia per sempre!”. Beth, senza nemmeno volerlo, ma costretta dagli eventi, si alza in piedi.

Beth si alza mentre Mel pronuncia la fatidica frase “parli ora o taccia per sempre”. Tutti si girano a guardare Beth, e si solleva un brusio generale, di stupore e protesta. Mel si ferma. Profondamente mortificata, Beth percorre il tappeto bianco e va al centro della scena dicendo a Blake e Frank che loro non possono sposarsi. Beth chiede perdono a entrambi, non sa come dire quello che è appena venuta a sapere. Frank inizia a indispettirsi e rimprovera Beth, chiedendole cosa diavolo stia facendo, e pregandola di smetterla. Blake è molto confusa e perplessa, ma si accorge che Beth non le toglie gli occhi di dosso. La fissa, la guarda dritta negli occhi con un’espressione terribilmente addolorata. Beth trova il coraggio di parlare. Dice ai due amici che non possono sposarsi perché Ross è vivo!

Al fienile, tutti sono scioccati nel sentire le parole di Beth. Com’è possibile che Ross sia vivo? Kevin si alza e va verso Beth con un atteggiamento un po’ aggressivo. Jason lo raggiunge prendendogli un braccio per fermarlo. Holly cerca di tranquillizzare Clarissa, ma lei stessa è sconvolta dalla rivelazione. Frank si arrabbia con Beth e le chiede perché stia facendo questo ai suoi amici. Anche Lillian si alza per capire meglio che cosa sia preso alla figlia. Blake è l’unica tra tutti i presenti a non protestare. Si avvicina a Beth lentamente. Beth sa che Blake è la diretta interessata, ed è principalmente a lei che deve dire la verità: solleva il suo smartphone e lo rivolge verso la sposa, mostrandole la foto di Ross. Beth dice di essere terribilmente desolata, ma sta dicendo la verità, questa fotografia gliel’ha appena mandata Phillip, che si trova a Milwaukee. Blake prende in mano lo smartphone di Beth e lo fissa. Sussurra “Ross” e sviene. Jason prontamente afferra la madre, adagiandola su una sedia. Tutti i presenti sono sconvolti.

Sentendo menzionare la città di Milwaukee, Mindy appare agitata e preoccupata, ha un brutto presentimento. Spera di sbagliarsi, ma vale la pena verificare. Prende dalla borsetta il suo cellulare, e chiama Bill, ma il numero del fratello non è raggiungibile. Gli invia un messaggio, pregandolo di richiamarla non appena lo leggerà. 

In fondo al burrone, Michelle sente la notifica dello smartphone di Bill, che per un attimo si è agganciato a una rete wi-fi libera nelle vicinanze. Il segnale è molto debole ma sufficiente per ricevere il messaggio di Mindy. Michelle prende il telefono dalla tasca di Bill, e risponde con una disperata richiesta di aiuto. Spiega che Bill è ferito, e prega Mindy di fare presto. Quando Michelle invia la loro posizione, non c’è più segnale, e la donna cede alla rabbia e allo sconforto. Bill mormora qualcosa, dice di sentire tanto freddo, ma Michelle si finge ottimista per dargli speranza: lo informa di essere riuscita a mandare un SOS, e gli chiede solo di non addormentarsi. Michelle promette a Bill che ce la faranno, e lo prega di non abbandonarla adesso, ma di resistere. 

Tory ha chiuso Phillip, ancora tramortito, nella cella del seminterrato. La donna pensa a come sbarazzarsi di tutti i suoi ospiti non graditi – adesso sono davvero tanti – e progetta di fare i bagagli e andarsene da Wingrave Manor insieme a Ross, per rifarsi una vita altrove. Tory ha poco tempo per pensare: l’unica soluzione che le viene in mente per cancellare tutte le tracce è bruciare la casa, ma deve fare una cosa pulita. La donna sale al piano di sopra, costringe ROSS a bere una bevanda con doppia dose di sonnifero, e lo chiude nella stanza da letto. Poi esce per andare a recuperare della benzina. 

Al fienile della fattoria Jessup, Frank cerca di appurare la verità, e chiede a Beth di poter parlare con Phillip, ma l’uomo non risponde al telefono, lasciando la moglie in preda all’ansia. Mindy riceve la risposta di Michelle, e il terrore nei suoi occhi richiama l’attenzione di tutti. Mindy urla che devono fare presto: Michelle e Bill sono in pericolo, anche loro si trovano a Milwaukee. Billy cerca di calmare la figlia impaurita. 

In lacrime, Mindy rivela di aver trovato un braccialetto identico a quello di Michelle vicino la casa che ha venduto, a Milwaukee. Ammette di non aver dato peso alla cosa, ma l’ha raccontato a Bill. Bill era preoccupato perché Michelle non rispondeva al telefono da qualche giorno, e si è messo sulle sue tracce. A quanto pare, deve averla trovata, e ora sono in grave pericolo. E se anche Phillip e Ross si trovano lì, non può essere una coincidenza, deve essere successo qualcosa di grave.

Ed e Rick sono increduli. Vanessa sostiene che, se anche Ross fosse ancora vivo, non farebbe mai del male a Bill, a Michelle e a Phillip. Mindy racconta di Wingrave Manor, la misteriosa tenuta confinante con Isham House, e della sua inquietante proprietaria, che prova a descrivere agli altri. Ascoltando la descrizione, Blake nutre il forte sospetto che si tratti di Tory. Cercando nella sua chat con Harley una foto della folle psicopatica, la mostra a Mindy, che, impressionata dagli spaventosi sviluppi della storia, riconosce Tory come la proprietaria di Wingrave Manor! Blake resta impietrita, e guarda Frank con gli occhi colmi di paura. Vanessa esprime la sua disperata angoscia per la sorte di Bill.

In fondo al burrone, Bill, con il viso rigato dalle lacrime, prega Michelle di non prenderlo in giro, i soccorsi non arriveranno mai. Lei lo supplica di non dire così. Bill le dice di scappare e di andarsene da lì, ma Michelle gli risponde che è impossibile e che, anche se potesse farlo, non lo abbandonerebbe mai, non se ne andrebbe mai senza di lui. Bill risponde che nemmeno lui lo farebbe… perché la ama, l’ha sempre amata! Michelle è molto turbata da queste parole dette in punto di morte, e prega Bill di resistere, perché lei non può vivere senza di lui. Bill chiede a Michelle se abbia sentito quello che le ha detto: lui la ama. Michelle si accorge solo adesso di quanto sangue abbia perso Bill. Il viso dell’uomo è cereo. Con il volto rigato dalle lacrime, Michelle pronuncia la frase: “Ti amo anch’io”. Non è dato sapere se lo abbia detto per disperazione, o per rendere felici gli ultimi momenti di vita del suo migliore amico, o per reale sentimento e convinzione. L’unica cosa certa è che Bill finalmente sorride. È felice di esserle rimasto accanto per tanti anni, ma ora è pronto, ora può andarsene serenamente. Mentre la vita sta abbandonando Bill, Michelle lo prega di non morire: “Resta con me, Bill, ti prego”.

Nel frattempo, Tory viene fermata da un’auto della polizia perché ha superato i limiti di velocità. Un giovane poliziotto fa i controlli di rito, poi chiede a Tory di aprire il bagagliaio, dove si trovano i bidoni vuoti. La cosa insospettisce l’agente che decide di trattenere Tory, mentre lei tiene sempre d’occhio il vano portaoggetti dell’auto… Interviene il collega del poliziotto, che era rimasto in macchina: si tratta di AXEL JONES. Quando l’uomo vede Tory la riconosce, e dato che è tutto in regola con patente e assicurazione, la lascia andare.

Blake vuole recarsi subito a Milwaukee. Kevin e Jason sono d’accordo con la madre, e vanno a prendere l’auto. Frank chiama la centrale, e chiede di avvisare la polizia di Milwaukee. Si fa dire da Mindy la posizione esatta di Bill e Michelle: i due sono localizzati all’interno del bosco di Wingrave Manor. Frank decide di recarsi sul posto. Anche Rick, Mindy e Beth, in pena per i loro cari, vogliono andare. Amanda ferma tutti: se la situazione è così drammatica, devono fare il prima possibile. La donna mette a disposizione il jet della Spaulding. Arriveranno in mezz’ora al massimo. Vanessa ringrazia Amanda, che specifica di avere offerto il suo aiuto per Ross. Ed fa promettere a Rick di tenerlo aggiornato. Gli sposi mancati, seguiti da Kevin, Jason, Rick, Beth, Mindy, Billy e Vanessa, lasciano il fienile.

Tory raggiunge una stazione di servizio isolata. Indossa cappello, foulard e occhiali da sole e, facendo attenzione a non farsi riprendere dalle telecamere di sorveglianza, riempie i bidoni di benzina. Tornando in auto, si accorge di aver forato una gomma, e impreca. 

È mezzogiorno. L’orologio a pendolo di Wingrave Manor suona. La disciplinata Carrie smette di ricamare, e scende in soggiorno, dove immagina che il pranzo sia pronto in tavola. Cerca Tory, ricordandole che è ora di pranzo, ma la figlia non è in casa. Carrie si stupisce della negligenza di Tory, che oggi non ha cucinato nulla. È tutto sbagliato, il pranzo dovrebbe essere già pronto a quest’ora. L’ignara Carrie afferra qualche utensile da cucina, ma quando si specchia in un’anta, vede il riflesso dell’odiosa e sprezzante Carrie Anderson. Questa, deridendola e commiserandola, le dice che a sua figlia non importa nulla di lei. L’ingenua e devota Carrie Wingrave prova a giustificare Tory, certa che le voglia bene, ma Carrie Anderson sostiene che Victoria menta spudoratamente. L’ha vista mentre trascinava un uomo nel seminterrato, ma Carrie Wingrave è così sciocca da non essersene accorta. Carrie Anderson ordina alla debole e arrendevole Carrie di sparire e di lasciare campo libero a lei.

Tory cerca di cambiare la ruota dell’auto, ma non trova gli attrezzi. La donna attraversa la strada ed entra in un bar, un luogo frequentato da camionisti. C’è chi mangia, chi gioca a biliardo, e soprattutto chi beve. Tory attira immediatamente l’attenzione di molti avventori. La donna si avvicina al bancone, e chiede al barista se ci sia qualcuno che possa aiutarla a cambiare una ruota. Un cliente del bar le chiede che cosa ci faccia una donna così bella in un luogo del genere. Tory lo ignora, ma l’uomo insiste, ha sentito che lei ha bisogno d’aiuto, forse lui potrebbe darle una mano. Tory cerca di approfittare dell’occasione, ma non si fida. In effetti, l’uomo le dice di aspettarsi qualcosa in cambio e, spogliandola con gli occhi, la informa di avere un letto comodo sul suo camion, e di volerglielo fare provare. Tory cerca di mantenere la calma, accetta la proposta, e invita l’uomo a raggiungerla fuori, appena avrà finito la sua birra. L’uomo sogghigna.  

Tory entra nella sua auto, e fruga nel vano portaoggetti. Poco dopo viene raggiunta dall’uomo, che la importuna, ma Tory gli punta una pistola: vuole le chiavi del suo camion. Subito! L’uomo si oppone, ma Tory gli consiglia di non contraddire una donna arrabbiata, specialmente se ha passato diversi anni in un manicomio criminale e ha già ucciso due uomini ripugnanti come lui. Intimorito, l’uomo prende le chiavi del camion e le lancia a Tory, indicandole il mezzo. Tory si allontana camminando all’indietro, mentre continua a tenere il losco individuo sotto tiro. Quando questo cerca di assalirla, Tory gli spara a una gamba, sale sul camion, ingrana la marcia e fugge a tutta velocità. 

La frivola e lasciva Carrie Anderson scende nel seminterrato, vede Phillip e lo scambia per Justin Marler. Phillip crede di aver già visto quella donna in passato, e fa attenzione alle parole da usare con la misteriosa signora, ma sentendo pronunciare il nome del suo padre biologico, decide di stare al gioco. Carrie gli chiede se ricorda quella volta in cui lei s’infilò nel suo letto. Justin fu così sciocco a rifiutarla! Si vedeva lontano un miglio che moriva dalla voglia di baciarla. Phillip asseconda la donna, ammettendo di essere stato uno sciocco, e prova a convincerla a liberarlo, per rimediare al passato e stare insieme. Confessa di essere sempre stato attratto da lei. Carrie lo ringrazia per averlo finalmente ammesso, e apre la porta della cella. Phillip respira profondamente, è soddisfatto di questo primo passo verso la libertà, ma ha i polsi legati, perciò finge di desiderare Carrie “come quella sera di tanti anni fa”, ma le chiede di slegarlo, altrimenti non può abbracciarla, accarezzarla, toccarla come vorrebbe. Carrie si avvicina a Phillip, cercando di sedurlo, e Phillip continua ad assecondarla, ma improvvisamente la donna si ritrae di colpo.

Phillip assiste a una scena agghiacciante, in cui due personalità di Carrie si scontrano: una, la disinibita Carrie Anderson, vorrebbe liberare Phillip e sedurlo; l’altra, l’insicura Mrs. Wingrave, teme la reazione di Tory. Il telefono di Phillip, gettato su una sedia fuori dalla cella, inizia a squillare. Sul display compare il nome di Beth. Phillip non può rispondere, ma la suoneria distrae la Carrie timorosa, facendo prendere nuovamente il sopravvento a Carrie Anderson, la quale si fionda su Phillip, baciandolo avidamente e slegandolo. La donna afferra Phillip per mano, e lo trascina di sopra. 

Sul jet degli Spaulding, Blake non riesce ancora a credere che Ross possa essere vivo. Kevin e Jason cercano di farsi forza l’uno con l’altro. Mindy abbraccia Billy e Vanessa, in pena per Bill, mentre Beth è in ansia per Phillip.

Nel salotto di Wingrave Manor, Phillip dice a Carrie che prima di vivere il suo amore per lei ha bisogno di vedere Ross, o meglio Elliot. Se hanno intenzione di passare la vita insieme, non devono nascondersi, ma essere sinceri con Ross e dirgli che si amano. Carrie lo informa che quell’uomo insulso sta dormendo. 

I due salgono al piano di sopra, e Carrie indica a Phillip la camera padronale. Phillip si avvicina, bussa, ma nessuno risponde. Prova ad aprire la porta, ma è chiusa a chiave. Phillip insiste, e Carrie lo scorta nuovamente al piano di sotto, dove c’è un mazzo con tutte le chiavi della casa. 

Intanto l’orologio rintocca le 12:30, e per un attimo torna a emergere Mrs. Wingrave che implora Carrie Anderson di non dare le chiavi a Phillip, altrimenti Tory le punirà entrambe. “Io me ne infischio di Tory”, è la secca risposta della Anderson. 

Con sorpresa, Carrie e Phillip scoprono che il mazzo di chiavi è sparito. Tory si è premurata di chiudere anche il portone d’ingresso dall’esterno. La timida e innocente Mrs. Wingrave precisa che Tory lo fa sempre per proteggerla dagli sconosciuti, è così premurosa. “È una stupida squilibrata” ribatte Carrie Anderson. Phillip dice a Carrie di stare tranquilla, non hanno bisogno delle chiavi, lei ha già la chiave del suo cuore. Le chiede di poter usare il bagno. Carrie infila una sigaretta in un bocchino, la accende, e indica a Phillip il bagno al piano di sopra, ma gli raccomanda di non farla aspettare troppo.  

Il fumo sbuffato dalla sigaretta di Carrie Anderson si confonde con le nuvole, attraversate dal jet degli Spaulding. L’hostess invita gli impazienti passeggeri a spegnere i cellulari e ad allacciare le cinture di sicurezza, perché tra pochi minuti atterreranno a Milwaukee. Tutti si guardano, con un misto di paura e speranza. 

Approfittando della lontananza di Carrie, Phillip recupera il suo telefono, e prova a richiamare Beth che però ha il cellulare spento. Anche Rick è irraggiungibile. Phillip cerca un modo per fuggire. Entra nel bagno e trova una via di fuga dalla finestra. L’uomo evade aggrappandosi alla grondaia. 

Carrie Anderson si chiede quanto tempo ancora dovrà farla aspettare quel frigido ingrato di Justin Marler, e si alza per andare a cercarlo.

Phillip corre attraverso il bosco di salici e raggiunge il dirupo. Chiama Michelle, che a sua volta invoca, rincuorata, il nome di Phillip. L’uomo le lancia la scaletta di corda che Tory ha lasciato nelle vicinanze. Michelle lo informa che Bill non può muoversi. Phillip chiama il 911. 

Mentre Phillip è chinato per dare una mano a Michelle, che sta salendo servendosi della scaletta, Tory compare alle spalle dell’uomo, dicendogli con tono minaccioso che non avrebbe dovuto farlo. Phillip si volta. Tory carica la pistola, e dice che è giunto il momento di sbarazzarsi degli ospiti indesiderati, ma quando sta per premere il grilletto, viene colpita da una badilata in testa. “Tieni giù le tue manacce dal mio uomo, Justin è mio!” urla Carrie Anderson, inviperita. 

Guardando la pala tra le sue mani, riemerge l’inoffensiva Carrie Wingrave, che inizia a piangere terrorizzata. Phillip pensa di approfittare della situazione, e con tono pacato, cerca di tranquillizzarla e rassicurarla. Lui e Michelle la aiuteranno. Phillip propone di portare Tory in casa e di chiamare qualcuno che possa prendersi cura di lei. Carrie conviene con Phillip, mentre Michelle lo aiuta a sollevare Tory. 

A bordo di due auto, gli abitanti di Springfield arrivano nei pressi di Wingrave Manor. Mindy indica la famigerata villa. Ci sono anche due ambulanze e volanti della polizia.

Michelle e Phillip portano Tory priva di sensi nella cella del seminterrato, e la adagiano sul materasso per terra. Phillip chiede a Carrie di coprire Tory con un plaid e di vegliare su di lei. L’apprensiva e preoccupata Carrie obbedisce a Phillip, mentre l’uomo trascina Michelle fuori dalla cella, e chiude all’interno Carrie insieme a Tory. La povera Carrie Wingrave, ancora una volta tradita e delusa, si dispera, e si chiede perché tutti la facciano soffrire. 

Le automobili frenano davanti al portone di Wingrave Manor. Si aprono le portiere e tutti scendono. Sono istanti di attesa e silenzio, finché Michelle non esce dalla casa, frastornata e confusa.

La scena è rallentata, e non sentiamo i dialoghi tra i personaggi, ma soltanto una musica drammatica e commovente, una melodia dalla forte profondità emotiva. Rick corre verso Michelle e la abbraccia. La donna indica ai paramedici il bosco e corre in quella direzione, seguita da Rick, Billy e Vanessa. 

Phillip compare sull’uscio, e Kevin e Jason gli vanno incontro. Beth tira un sospiro di sollievo nel vedere che il marito sta bene, e prova a tranquillizzare Mindy, che guarda verso il bosco pregando.

Kevin, Jason e Phillip salgono al piano di sopra. Jason butta giù la porta della camera padronale. Il volto di Ross è illuminato dalla luce che entra dalla finestra. L’uomo sembra chiedersi chi siano quelle persone, che invece piangono nel rivederlo.

Mentre Frank, Axel e i poliziotti di Milwaukee controllano tutte le stanze della casa, Blake, ancora parzialmente in abito da sposa, varca la soglia di Wingrave Manor, e si guarda intorno. Sullo scrittoio del salotto trova un biglietto e riconoscendo immediatamente la calligrafia di Ross, lo stringe al petto e piange, fino a singhiozzare.

Con estrema attenzione, Bill viene imbracato ed estratto dal dirupo. Rick è preoccupato per le sue condizioni, teme che non sopravvivrà. Michelle decide di rimanere accanto al suo migliore amico fino alla fine, mentre Billy e Vanessa hanno il cuore straziato. 

Ross scende dalle scale, scortato da Phillip, e sorretto da Kevin e Jason. Blake, emozionata fino alle lacrime, si avvicina al suo Ross, che però è ancora molto confuso e fa fatica a stare in piedi. Blake lo abbraccia con delicatezza, ma intensamente. Ross sembra non riconoscerla, ma trova conforto nel respirare il profumo della donna e dei suoi capelli. Poco distante, Frank osserva la scena, deluso e con il cuore a pezzi. 

Ross sale sull’ambulanza, da cui si sofferma a guardare con curiosità e stupore la donna in abito da sposa che avanza verso di lui lungo il viale di Wingrave Manor. Il portellone si chiude e l’ambulanza parte. Blake continua a seguirla, fermandosi solo quando si fa troppo distante.

La macchina da presa inquadra dall’alto le due ambulanze che si allontanano, superando il cancello di Wingrave Manor.

La musica finisce. L’immagine si dissolve a nero per alcuni secondi, e sembra che questo episodio sia finito…

…ma non lo è!

Phillip comunica a Frank e agli altri poliziotti di aver rinchiuso nel seminterrato le due rapitrici, confermando che si tratta di Tory Granger e dell’ex moglie di Ross, Carrie Todd. Da dietro la porta, si sentono Tory e Carrie che litigano. I poliziotti scendono nello scantinato. Carrie Anderson dice a Tory che tutta questa situazione è solamente colpa sua e della sua ossessione malata per Ross. Tory risponde alla madre che riuscirà a riprendersi Ross, a qualunque costo. Frank la contraddice, ma guardando attentamente all’interno della cella, vede soltanto Carrie che parla con se stessa. La Tory che i poliziotti hanno sentito, e che sta continuando a minacciarli, è solo l’ennesima personalità di Carrie, una nuova scissione del suo io appena creata, una parte emotiva dissociata attraverso cui Carrie, adesso, rappresenta sua figlia. Il detective Axel Jones entra nella cella, e verifica personalmente che di Tory non c’è alcuna traccia. Eppure Phillip sostiene con forza di averla rinchiusa qui. Frank si rende conto che Tory Granger è sparita nel nulla.

FINE DEL DODICESIMO EPISODIO

Creato da
MARCELLO MARINO
SALVO VASSALLO

Scritto da
SALVO VASSALLO
MARCELLO MARINO

Cast
FrankBuzzJasonShayneLillian
MarinaBlakeEdHollyMeg
ClarissaRickMindyMindyMatt
ToryCarrieBillMichelleCyrus
KevinMelAmandaVanessaBilly
HenryBethFletcherIndiaPhillip
RossAxelCamionista

We do not own Guiding Light or any of the related characters. The Guiding Light soap opera is created by Irna Phillips and owned by Procter & Gamble. All rights of Guiding LIght belong to Procter & Gamble. This story is a work of fanfiction and is meant for entertainment only. We are not making profit from this story.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...