La Procter & Gamble verso lo streaming

GlIvoryIl termine Soap Opera deriva dalla categoria di prodotti che sponsorizzavano gli sceneggiati radiofonici e in particolare dai saponi della Procter & Gamble. Fino a gran parte degli anni 90, al termine della sigla finale di Guiding Light, compariva ancora il logo PGP (Procter & Gamble Production), la divisione che produceva i programmi televisivi. Successivamente, le ultime stagioni di Sentieri e Così Gira il Mondo sono state prodotte da una costola della PGP, la Telenext. Dopo la chiusura delle sue Soap, la PGP ha continuato a produrre programmi televisivi e nel 2013 ha cambiato nome in Procter & Gamble Entertainment. Con il proliferare in tutto il mondo di servizi come Netflix, Amazon Prime Video e Disney+, sembra che anche la Procter & Gamble stia pensando di entrare nel mondo dello streaming. L’azienda intanto ha stretto un accordo con la Stone Village Television e insieme stanno pensando di produrre alcune nuove serie destinate a questo nuovo media.

Una piattaforma di questo tipo, potrebbe in futuro significare anche l’inserimento degli storici programmi della P&G, tra cui ovviamente Guiding Light, ma anche (ma qui parliamo di “fantascienza” e di “sogni proibiti”) di un rilancio degli storici brand, cosa assai improbabile ma tecnicamente non impossibile visto che ne detengono i diritti.

Anche in alcuni forum si è parlato di questa possibilità e un utente ha fatto un calcolo approssimativo delle puntate delle varie Soap. Sarebbe naturalmente impensabile inserire tutto il catalogo di tutte le Soap. Tenendo conto della reperibilità degli episodi e partendo dal primo episodio di Sentieri che abbiamo visto noi in Italia, bisognerebbe caricare 7504 episodi, senza contare Così gira il Mondo, Texas, Aspettando il domani, The edge of night e altre.

Ci sarebbero dei pro e dei contro nel rendere disponibili in streaming gli episodi di Guiding Light. Tra i pro, una buona qualità degli episodi e la possibilità di vedere determinati periodi che non si trovano in rete. Tra i negativi, la scomparsa di tutto il materiale presente su Youtube. Naturalmente stiamo fantasticando un po’, ma si sta aprendo uno scenario che nei prossimi anni potrebbe anche riservare qualche sorpresa. Mai smettere di crederci! Keep the light Shining, Always!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...